Venerdì 23 Giugno 2017
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Diminuisci dimensioni caratteri Dimensioni caratteri standard Aumenta dimensioni caratteri Alto contrasto   
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico

Notizie
Sta per abbattersi, se le cose non cambieranno rispetto alle ultime disposizioni (e questo appare molto improbabile poiché il Consorzio Servizi Ecologia e Ambiente che gestisce il servizio considerato si è già espresso favorevolmente in merito) una vera rivoluzione per quanto concerne la raccolta rifiuti sia urbana che differenziata. In realtà tutto è iniziato con l’intento di aumentare la percentuale di raccolta di quest’ultima categoria di rifiuti con un progetto molto ampio che comprende 52 comuni. Il Prof. Aldo Galliano, Presidente dello CSEA, è stato chiaro nell’ultimo incontro con i Sindaci della Valle Po : ". . .120.000 persone, d’ora in poi, cambieranno il modo di eseguire la differenziata. . .d’altra parte i metodi per arrivare ad un risultato possono essere solo tre : accentrare le aree ecologiche, dotare i cassonetti di una chiave per renderli utilizzabili solo da chi ne ha il diritto territoriale oppure praticare il porta a porta. . .". Quest’ultima modalità già attiva a Revello e a Saluzzo non appare attuabile negli altri Comuni valligiani e pare funzioni correttamente. I problemi, tuttavia, potrebbero sorgere con le nuove disposizioni che saranno applicate nei prossimi mesi. A Sanfront le nuove "postazioni" differenziate saranno 30 (di cui due "maggiorate" con ulteriori contenitori per la raccolta del vetro) e fino a qui non c’è nulla da eccepire, anzi, 30 postazioni complete con carta, vetro e plastica, a Sanfront non c’erano mai state (si arrivava appena a quattro. . .). Il problema è che saranno accentrate nelle stesse anche le postazioni relative ai semplici cassonetti per la raccolta dei rifiuti solidi urbani eliminando gli stessi praticamente da tutto il territorio comunale con evidenti disagi per le utenze. Tale situazione sarà praticamente uguale su tutto il resto del territorio con qualche eccezione in meno per il concentrico dove i punti di raccolta sono più ravvicinati rendendo tale situazione più accettabile. L’amministrazione, al fine di rendere meno traumatica e più funzionale la nuova situazione ha chiesto al Consorzio di mantenere attivi un certo numero di cassonetti ritenuti "strategici" in tutte le Frazioni (27 per la precisione) distribuendoli in modo proporzionale in base anche all’estensione della località anche se con l’attivazione della nuova scheda di servizi sarà indispensabile adeguarsi alla nuova situazione prospettata sia per migliorare il servizio che per diminuire le spese nell’ottica della campagna di valorizzazione praticata dal suddetto Consorzio "per consentire un risparmio delle materie prime e limitare le emissioni di CO2 in atmosfera, riducendo così il nostro impatto sul Pianeta". Con l’aumento esponenziale dei rifiuti non vi sono altre soluzioni, l’importante sarà solo abituarsi alla nuova realtà. Si rammenta che tutti i cassonetti saranno georeferenziati e che il controllo della tipologia dei rifiuti conferiti sarà capillare con sanzioni molto severe per coloro i quali non rispetteranno le nuove disposizioni alle quali, pertanto, siamo tutti invitati a sottostare. Per eventuali maggiori informazioni anche in merito alla campagna promozionale "una borsa è per sempre" è possibile contattare il CSEA al numero 0175 217520 oppure il Comune di Sanfront 0175 948119.


© 2014 Comune di SANFRONT - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune. - CMS Città in Comune by LEONARDO WEB - MANTA (CN)

COMUNE DI SANFRONT
Piazza Statuto, 2 - 12030 (CN)
Tel. 0175.948119
Fax 0175.948867
Email: Invia una email ...
Posta Elettronica Certificata: Email Certificata P.E.C : Invia una email certificata ...
Codice ISTAT: 004209
Codice catastale: H852
Codice fiscale:
85002210046
Partita IVA:
00564590040
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 18 M 06295 46770 T20990010046
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento