Mercoledì 18 Ottobre 2017
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Diminuisci dimensioni caratteri Dimensioni caratteri standard Aumenta dimensioni caratteri Alto contrasto   
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico

Notizie
Nel programma delle opere pubbliche della Provincia di Cuneo per il 2014 non sono previsti interventi di sistemazione della strada provinciale n.26 della Valle Po, nel tratto all’altezza del bivio per la frazione Rocchetta, nel territorio di Sanfront, al confine con il Comune di Paesana.
In quella zona, poco più di due mesi fa, ebbe luogo un incidente molto grave, con un camion che, dopo uno scontro, venne sbalzato fuori dalla carreggiata precipitando nel sottostante torrente Croesio. Per fortuna il conducente ferito se l’è cavata, ma il sinistro ha riportato di attualità le critiche condizioni di sicurezza di quella strada, con l’ingresso sulla provinciale dalla strada di Rocchetta che risulta quanto mai pericoloso.
Dopo l’incidente, i sindaci di Sanfront e Paesana hanno rilanciato la proposta di sistemare in qualche modo la strada, assicurando maggiore visibilità, in considerazione della curva pericolosa che si trova nei pressi.
Il primo cittadino di Sanfront ha inoltrato mercoledì una lettera alla Provincia di Cuneo, Gianna Gancia ed al vice presidente Giuseppe Rossetto, che ha la delega alle opere pubbliche, nella quale manifesta "stupore, ma soprattutto disappunto e amarezza" per aver "constatato, visitando il sito della Provincia, che nel bilancio previsionale per l'anno 2014 e neppure in quello triennale, non figura alcun stanziamento volto alla messa in sicurezza della strada provinciale n.26 della Valle Po nel tratto all'altezza dell'incrocio con la frazione Rocchetta, al confine tra i Comuni di Sanfront e Paesana".
Una segnalazione alla Provincia, che contiene anche un invito ed una proposta concreta.
"Richiamando la pericolosità di quel tratto di strada, con la presente mi permetto di sollecitare e richiedere che in sede di una prossima variazione di bilancio venga posto rimedio a quella che, voglio sperare, sia stata semplicemente un'involontaria omissione in sede di stesura del bilancio provinciale. Anche perchè l'intervento di sola messa in sicurezza, tralasciando al momento l'ampliamento del sedime viario, a giudizio dello scrivente e di tecnici all'uopo consultati, comporta un onere finanziario certamente non superiore a 25/30.000,00 euro e pertanto risulta quanto mai modesto a confronto dei benefici che si trarrebbero in termini di sicurezza. Ritengo l'intervento quanto mai importante e necessario per la messa in sicurezza di quel tratto di strada la cui pericolosità è già stata causa di numerosi incidenti, purtroppo alcuni mortali o con gravi conseguenze fisiche per i coinvolti» sottolinea il sindaco di Sanfront Roberto Moine.


© 2014 Comune di SANFRONT - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune. - CMS Città in Comune by LEONARDO WEB - MANTA (CN)

COMUNE DI SANFRONT
Piazza Statuto, 2 - 12030 (CN)
Tel. 0175.948119
Fax 0175.948867
Email: Invia una email ...
Posta Elettronica Certificata: Email Certificata P.E.C : Invia una email certificata ...
Codice ISTAT: 004209
Codice catastale: H852
Codice fiscale:
85002210046
Partita IVA:
00564590040
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 18 M 06295 46770 T20990010046
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento