Martedì 12 Dicembre 2017
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Diminuisci dimensioni caratteri Dimensioni caratteri standard Aumenta dimensioni caratteri Alto contrasto   
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico

Notizie
Era passato quasi un anno da quando il Comune di Sanfront aveva inoltrato un’apposita domanda di finanziamento alla Regione Piemonte, Assessorato alla Montagna. In effetti, nel marzo 2011 scriveva il Sindaco Geom. Roberto Moine ". . .in relazione alla situazione nivologica riscontrata negli ultimi anni ed in riferimento alla necessità di provvedere ad un adeguato servizio di sgombro neve, con la presente evidenzia la situazione di estrema difficoltà in cui si trova il proprio Ente in quanto il parco macchine attuale risulta composto da un autocarro OM PA90 a trazione integrale con vomero Pelazza e da un autocarro FIAT 100 dotato di spargisale della ditta Giletta di Revello. Tali dotazioni, ormai ultratrentennali, risultano vetuste, obsolete e fatiscenti e l’impiego della pala gommata Fai Komatsu, anch’essa relativamente datata, non è sufficiente per sopperire alle esigenze di servizio esistenti sul territorio comunale rendendo indispensabile un adeguato rinnovo delle macchine attualmente in uso". Venne pertanto proposto un "rinnovo" del parco macchine che prevedeva una spesa totale di quasi 365 mila Euro. Tale istanza, dopo un lungo dibattimento venne poi ridimensionata a causa delle poche risorse disponibili e portata a circa 198 mila Euro per far fronte, dice ancora il Sindaco ". . .alle attività minime riferite allo sgombro neve ed alla manutenzione viaria dei manti stradali nel periodo invernale". Con una Determina Dirigenziale del 3 febbraio scorso finalmente la Regione si espressa ripartendo una dotazione complessiva di due milioni e 47.000 Euro rispetto una richiesta complessiva (al mese di ottobre 2011) di oltre 12 milioni di Euro andando a soddisfare poco più di una quarantina di Comuni tra i quali, fortunatamente, risulta anche Sanfront. Tuttavia, si legge nella missiva regionale con la quale  è stata segnalata la concessione del contributo, "la grande differenza tra il richiesto e il disponibile ha reso estremamente complesso l’obbiettivo di formulare un programma di contributi organico e sufficientemente risolutivo rispetto le esigenze avanzate dagli enti e l’istruttoria ha dovuto tenere adeguatamente in conto di alcuni criteri quantificativi per calmierare l’entità dei singoli contributi". Questa definizione tecnocratica si traduce nel fatto che a Sanfront sono stati assegnati 44.500 Euro valutando, continua la missiva, " le condizioni fisico geografiche del territorio. . .il numero degli abitanti. . .la distribuzione territoriale oltre al nulla osta delle Comunità Montane per i Comuni ricadenti nelle stesse". Certamente per Sanfront questo contributo non corrisponde pienamente alle aspettative ma, riferisce il Sindaco " . . .con i tempi che corrono possiamo ritenerci già molto soddisfatti poiché vi sono anche dei Comuni, tra l’altro, che non hanno ottenuto niente e per noi un contributo del genere è già una buona boccata d’ossigeno" . A questo punto è probabile che il Comune, anziché orientarsi verso l’acquisto di un nuovo mezzo opterà per un "usato sicuro", magari aggiungendo una decina di migliaia di Euro sarà possibile dotarsi di un autocarro in buone condizioni da 50 ql di portata, forse con una lama frontale dotato di un mezzo spargisale (certamente non nuovo) il tutto sicuramente in condizioni migliori di quanto non si disponga allo stato attuale laddove la situazione risulta così precaria da rendere sempre a rischio il lavoro in corso, altro che guardare al futuro. Grazie dunque alla Regione ormai dal prossimo anno anche il Comune di Sanfront avrà una dotazione in più visto che il "generale inverno" si è fatto aggressivo e quest’anno, anche se un po’ in ritardo, ne abbiamo avuto la prova.


© 2014 Comune di SANFRONT - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune. - CMS Città in Comune by LEONARDO WEB - MANTA (CN)

COMUNE DI SANFRONT
Piazza Statuto, 2 - 12030 (CN)
Tel. 0175.948119
Fax 0175.948867
Email: Invia una email ...
Posta Elettronica Certificata: Email Certificata P.E.C : Invia una email certificata ...
Codice ISTAT: 004209
Codice catastale: H852
Codice fiscale:
85002210046
Partita IVA:
00564590040
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 18 M 06295 46770 T20990010046
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento