Martedì 23 Maggio 2017
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Diminuisci dimensioni caratteri Dimensioni caratteri standard Aumenta dimensioni caratteri Alto contrasto   
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico

Notizie
E’ stata una cerimonia semplice, ma toccante quella vissuta domenica scorsa 4 novembre, quando è stata ricordata la vittoria nella Grande Guerra e la festa delle forze armate.
La tradizionale giornata commemorativa si è infatti arricchita di un momento significativo: la consegna, ai famigliari, del piastrino dell’alpino Giacomo Galfrè, rinvenuto in Russia da parte dell’associazione che si occupa del recupero di informazioni e materiali relativi alla tragica spedizione dei soldati italiani nella campagna di Russia durante la seconda guerra mondiale.
Classe 1919, Giacomo Galfrè era fratello di Antonio, anch’egli partito per la Russia, da dove peró aveva avuto la fortuna di tornare, dedicando poi gran parte della sua vita all’associazione dei combattenti e reduci e degli alpini.
Dopo la partecipazione alla S.Messa nella chiesa parrocchiale di San Martino, durante la quale il parroco don Biagio Chiapello ha ricordato tutte le vittime ed i caduti in guerra, il corteo formato dalle autorità militari e civili ha raggiunto il Parco della rimembranza, presso il cimitero del capoluogo, per la deposizione di una corona.
Di seguito, sotto l’ala comunale, il resto della cerimonia.
Il Sindaco di Sanfront Roberto Moine, ricordando il sacrificio dell’alpino Giacomo Galfrè, si è rivolto in particolar modo ai ragazzi delle scuole presenti ed ai neo diciottenni ai quali, poco dopo, è stata consegnata la Costituzione Italiana.
«La memoria di Giacomo Galfrè e dei tanti giovani alpini e soldati che non hanno più fatto ritorno a casa deve essere tenuta viva, come una fiamma che illumini il presente ed il futuro di noi qui presenti e soprattutto dei nostri giovani e ragazzi. I tempi sono cambiati, ma non possiamo non accostare la figura di questo giovane, morto a poco più di vent’anni per difendere la patria, con tanti giovani di oggi, che talvolta calpestano il valore e la sacralità della vita, lasciandosi trascinare nelle molteplici e vorticose vie che portano alla perdizione. L’esempio di Giacomo Galfrè e dei tanti soldati partiti in armi e non più tornati siano di esempio per i giovani ed i ragazzi di oggi. Dai loro patimenti e dalla loro morte si levi costante il richiamo ai valori della pace, della libertà e del rispetto delle persone. Solo partendo da noi stessi, dai nostri compagni e dai nostri vicini, potremo offrire anche noi il nostro piccolo contributo per la costruzione di un mondo più giusto e fraterno» ha sottolineato il Sindaco.
Poi la consegna del piastrino ai famigliari di Giacomo Galfrè, a futura memoria del caro congiunto.
Di seguito hanno preso la parola anche il Presidente del consiglio comunale di Sanfront, Annarosa Rudari, ed il Comandante della Compagnia Carabinieri di Saluzzo, cap. Roberto Costanzo, che ha pronunciato apprezzate parole di circostanza, anche all’indirizzo dei 18enni intervenuti per la cerimonia di consegna della Costituzione Italiana. Presenza, quella del Capitano, molto apprezzata dall’Amministrazione Comunale e dalla cittadinanza di Sanfront.


© 2014 Comune di SANFRONT - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune. - CMS Città in Comune by LEONARDO WEB - MANTA (CN)

COMUNE DI SANFRONT
Piazza Statuto, 2 - 12030 (CN)
Tel. 0175.948119
Fax 0175.948867
Email: Invia una email ...
Posta Elettronica Certificata: Email Certificata P.E.C : Invia una email certificata ...
Codice ISTAT: 004209
Codice catastale: H852
Codice fiscale:
85002210046
Partita IVA:
00564590040
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 18 M 06295 46770 T20990010046
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento