Giovedì 23 Novembre 2017
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Diminuisci dimensioni caratteri Dimensioni caratteri standard Aumenta dimensioni caratteri Alto contrasto   
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico

Notizie
Il 20 novembre la Chiesa parrocchiale San Martino di Sanfront ha accolto per l’ultima volta il parroco emerito don Renato Stecca, scomparso improvvisamente all’età di 84 anni. Una folla imponente ha voluto tributare con la propria presenza l’estremo saluto al Vicario, che ha trascorso a Sanfront 46 anni del suo ministero sacerdotale.
Era infatti giunto in paese nel 1966 e vi è rimasto fino a due mesi fa, quando decise di ritirarsi presso la Casa del Clero a Saluzzo.
Durante l’omelia funebre il Sindaco di Sanfront, Roberto Moine, ha pronunciato il seguente discorso per ricordare la figura di don Renato Stecca.
"Il 9 settembre scorso ho avuto l’onore di prendere la parola, in questa stessa chiesa, per portare come Sindaco di Sanfront il saluto al Vicario don Renato Stecca, in procinto di lasciarci per ritirarsi nella Casa del Clero di Saluzzo.
La settimana seguente ho riabbracciato don Stecca in occasione dell’ingresso del nuovo parroco don Biagio Chiapello.
Mai avrei immaginato, a distanza di due mesi, di ritrovarmi qui per il triste rito del commiato dal Vicario. Una circostanza che riempie di tristezza il cuore mio e quello di tutti i sanfrontesi.
In circostanze come questa si corre il rischio di cedere alla retorica.
Tuttavia è doveroso, come rappresentante delle istituzioni civili di Sanfront, manifestare un sincero senso di gratitudine nei confronti di don Renato Stecca.
46 anni di servizio pastorale in un paese significano molto. Vuol dire che diverse generazioni sono cresciute con lui ed altrettante ci hanno lasciati. Si puó dire che ogni famiglia abbia dovuto, per eventi lieti o tristi, rapportarsi con il Vicario. Credo di poter dire che tutti abbiano sempre trovato in lui una persona attenta, buona e disponibile.
Ho detto "persona" perché lo zelo sacerdotale di don Renato è stato giustamente esaltato da chi l’ha meglio conosciuto in ambito ecclesiale. Io posso dire, senza timore di smentita, che il Vicario ha sempre saputo rapportarsi con grande attenzione con l’Amministrazione Civile.
Penso di interpretare anche i sentimenti dei Sindaci che mi hanno preceduto se dico che la porta della collaborazione tra Comune e Parrocchia, con don Stecca è sempre stata aperta.
E questo ha fatto del bene al paese, perché, pur nella diversità dei ruoli, si è contribuito alla crescita morale e civile di Sanfront.
Sarebbe lungo e non è questa la sede per ricordare quante cose belle ha fatto il Vicario per questa comunità. Ne suggerisco soltanto una, molto semplice. Guardate, ammirate questa chiesa. Se ci appare bella, curata, accogliente, è soprattutto merito di don Stecca, che negli anni ha rifatto il tetto e la facciata, contribuendo anche al restauro del prezioso affresco esterno dell’abside, mentre all’interno ha provveduto alla ripulitura di tutte le volte e le navate, recuperando ad antico splendore dipinti e tele.
Tutto questo, mi permetto di aggiungere, contribuendo anche personalmente o coinvolgendo la sua famiglia. Un segno evidente del suo attaccamento a questa parrocchia, a questa comunità.
Allora, pur nella tristezza di questo momento, è bello vedere tantissimi sanfrontesi oggi presenti in chiesa.
Ciascuno di loro, ciascuno di noi, avrebbe qualcosa da dire al Vicario.
Credo peró che la cosa migliore che possiamo fare, in questo momento, per don Stecca, sia quello che lui stesso ci ha chiesto quando ci ha lasciato. Ci aveva promesso di pregare per la comunità di Sanfront, chiedendo che noi facessimo altrettanto per lui.
E noi lo facciamo, secondo la sensibilità di ciascuno.
Il Vicario ora ci ha lasciato.
Se ne va per incontrare quel Dio nel quale ha creduto profondamente e che ci ha fatto conoscere. Ma noi lo porteremo per sempre nella nostra mente e nel nostro cuore, profondamente riconoscenti per il bene che ha fatto per la comunità di Sanfront.
Grazie don Renato!"


© 2014 Comune di SANFRONT - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune. - CMS Città in Comune by LEONARDO WEB - MANTA (CN)

COMUNE DI SANFRONT
Piazza Statuto, 2 - 12030 (CN)
Tel. 0175.948119
Fax 0175.948867
Email: Invia una email ...
Posta Elettronica Certificata: Email Certificata P.E.C : Invia una email certificata ...
Codice ISTAT: 004209
Codice catastale: H852
Codice fiscale:
85002210046
Partita IVA:
00564590040
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 18 M 06295 46770 T20990010046
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento