Domenica 23 Aprile 2017
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Diminuisci dimensioni caratteri Dimensioni caratteri standard Aumenta dimensioni caratteri Alto contrasto   
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico

Notizie
Con i primi raggi di sole dopo i violenti acquazzoni dei giorni scorsi, anche a Sanfront si stanno effettuando le prime valutazioni dei danni subiti. In Via Montebracco, dove il ponte sul Fiume Po è rimasto chiuso per una settimana per consentire la realizzazione di una scogliera in pietra di rinforzo dell’argine crollato per l’erosione dell’acqua, si è praticamente registrata la problematica più grave.
Il Sindaco Geom. Roberto Moine ha infatti emesso un’ordinanza a favore di una ditta locale affinché la stessa provvedesse immediatamente a ripristinare tale sponda eliminando così qualunque pericolo per la pubblica incolumità.
Poco più a monte, ma sempre in prossimità di Via Montebracco, si è invece riscontrata un’enorme erosione della destra orografica del Fiume Po che ha causato l’asportazione di oltre duecento metri di una strada "interpoderale" appartenente alla giurisdizione di uno specifico Consorzio che, facendosi carico del problema, ha prontamente segnalato il danno al competente assessorato regionale per l’agricoltura ed all’AIPO in riferimento all’evento verificatosi all’interno dell’asta fluviale.
Tornando in ambito comunale è stata accertata anche un’altra frana in Via Comba Bedale, poco più a monte della deviazione per la borgata Rua. In questo caso è letteralmente collassato il margine stradale verso valle trascinando con sé un migliaio di mc. di terra e rocce, lasciando per fortuna quasi intatto il manto stradale, ma rendendo il medesimo pericoloso in quanto mancante del necessario appoggio laterale che indurrà l’amministrazione a provvedere in merito mediante la realizzazione di un ulteriore muro in blocchi di pietra per consentire la messa in sicurezza del versante.
Altre problematiche di entità minore (piccoli smottamenti, corsi d’acqua occlusi, vegetazione divelta ecc.) sono già state risolte dal personale comunale il quale ha provveduto con mezzi propri alla soluzione delle emergenze.
Complessivamente si puó dunque affermare che il pericolo è stato scampato in modo relativamente positivo. Bilanciando una spesa di circa 20.000 euro, che si spera possano essere finanziati dalla Regione Piemonte, sono state soddisfatte le esigenze prioritarie lasciando peró scoperto il nervo della manutenzione del territorio, e dei corsi d’acqua in primo luogo, per i quali non si pone ancora la giusta attenzione per poi riscontrare, come al solito, i danni maggiori conseguenti a tale situazione di degrado salvo poi sottolineare il solito  "se col senno di poi. . .".


© 2014 Comune di SANFRONT - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune. - CMS Città in Comune by LEONARDO WEB - MANTA (CN)

COMUNE DI SANFRONT
Piazza Statuto, 2 - 12030 (CN)
Tel. 0175.948119
Fax 0175.948867
Email: Invia una email ...
Posta Elettronica Certificata: Email Certificata P.E.C : Invia una email certificata ...
Codice ISTAT: 004209
Codice catastale: H852
Codice fiscale:
85002210046
Partita IVA:
00564590040
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 18 M 06295 46770 T20990010046
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento