La ricchezza che offre il Montebracco agli appassionati di montagna a tutti i livelli, specie in questo periodo in cui le alte quote possono comportare dei problemi per vento, freddo, valangh" />


Domenica 18 Febbraio 2018
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Diminuisci dimensioni caratteri Dimensioni caratteri standard Aumenta dimensioni caratteri Alto contrasto   
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico

Notizie

La ricchezza che offre il Montebracco agli appassionati di montagna a tutti i livelli, specie in questo periodo in cui le alte quote possono comportare dei problemi per vento, freddo, valanghe, è impagabile. Frotte di free climbing, escursionisti, semplici camminatori si inerpicano a centinaia ogni domenica sulle pendici esposte a pieno sud del grande masso erratico, tra eriche e betulle in un contesto naturale fantastico con un panorama che abbraccia virtualmente il Monviso sino alla pianura saluzzese creando emozioni non descrivibili se non vissute in prima persona. 

La domenica, nel parcheggio realizzato dall’Amministrazione comunale poco prima dei sentieri di accesso alle falesie (nelle foto), trovano posto decine di autovetture a riprova della frequentazione assidua a tale luogo meraviglioso. 

La produzione letteraria, grazie alla valenza paesaggistica dei luoghi in questione, sta riscontrando un enorme successo tantè che la prima guida escursionistica dotata di una cartografia dettagliata del Mombracco dal titolo "Il Mombracco, itinerari alla scoperta di un territorio" sta andando a ruba. 

Trattasi di 15 itinerari che si sviluppano su un territorio compreso tra i 400 ed i 1300 metri di altezza con tempi di percorrenza molto vari da un minimo di 20 minuti ad un massimo di 8 ore da praticare a piedi, in moutain bike oppure praticando una "novità" ossia il fiwalking-cross (camminare sportivo con le bacchette), lanciato in Italia dai fratelli Damilano i quali hanno "testato" e descritto un bellissimo percorso ubicato in Frazione Rocchetta tra i Comuni di Sanfront e di Paesana. Tale guida, voluta dai Comuni aderenti al Paesaggio Storico del Mombracco, è stata curata nella stesura dall’Associazione naturalistica Vesulus, dal CAI di Barge e dall’Ufficio Turistico dell’Unione Montana. Collana Fusta editore Segnavie. 

Ma il fiore all’occhiello del Mombracco è e rimangono i percorsi di arrampicata (sono oltre 700 solo sulla parte verso Sanfront da Revello a Paesana). Ed è così che un’altra pubblicazione, dopo quella "storica" di Flavio Parussa (Arrampicare in Valle Po), sta riscuotendo successo non sono in Italia ma anche all’estero in quanto non è raro imbattersi in stranieri (svizzeri, tedeschi, francesi) in possesso di tale guida scritta e documentata ancora da Flavio Parussa con Gianluca Bergese e Franco Giacottino : Falesie del Monviso (1400 vie tra Valle Po e Infernotto (Graph Art, 2010). 

E’ superfluo poi ricordare il Museo di Balma Boves, i vari bivacchi presenti su tutti i versanti, le chiesette, l’ormai famoso "Sentiero di Leonardo". A marzo le attività sportive sul Mombracco si arricchiranno di una "new entry". 

L’11 marzo per l’esattezza, si terrà a Rifreddo la 1° edizione della manifestazione competitiva di marcia "Sulle strade del Montebracco" valevole quale prima prova del campionato "marcia Piemonte" una manifestazione interregionale di alto valore organizzata dall’Unione Sportiva Sanfront Atletica col patrocinio del Comune di Rifreddo e l’approvazione della Fidal Regionale che vedrà la partecipazione di atleti provenienti da tutto il Piemonte ed oltre. Vi parteciperanno tutte le categorie dagli esordienti sino ai senior ma in merito a tale evento ritorneremo a parlarne, vista la notevole importanza del medesimo. Per maggiori informazioni è disponibile il n della società organizzatrice 329-3177217



© 2014 Comune di SANFRONT - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune. - CMS Città in Comune by LEONARDO WEB - MANTA (CN)

COMUNE DI SANFRONT
Piazza Statuto, 2 - 12030 (CN)
Tel. 0175.948119
Fax 0175.948867
Email: Invia una email ...
Posta Elettronica Certificata: Email Certificata P.E.C : Invia una email certificata ...
Codice ISTAT: 004209
Codice catastale: H852
Codice fiscale:
85002210046
Partita IVA:
00564590040
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 18 M 06295 46770 T20990010046
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento