Mercoledì 24 Maggio 2017
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Diminuisci dimensioni caratteri Dimensioni caratteri standard Aumenta dimensioni caratteri Alto contrasto   
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico

Notizie
Domenica 10 novembre, nell’ambito dei festeggiamenti in onore di San Martino, c’è stato anche spazio per una calorosa accoglienza ad una nuova Suora che è arrivata a prestare il proprio servizio presso l’Ospedale di Carità. Si tratta di Suor Antonella, che affiancherà con la sua presenza ed il suo lavoro la preziosissima opera di Suor Maria Grazia e Suor Eugenia.
«Siamo stati beneficiati da San Giuseppe Benedetto Cottolengo, in quanto da molte parti sono state tolte le Suore, mentre presso la nostra Casa di riposo è stata inviata Suor Antonella» è l’entusiastico commento degli amministratori e del personale dell’Ospedale di Carità di Sanfront.
Entrata nel 1983 in convento alla Piccola Casa della Divina Provvidenza di Torino, dopo i tre anni di formazione Suor Antonella è rimasta ancora in servizio altri quattro anni a Torino. Successivamente è stata inserita a Bocea, periferia di Roma, per 5 anni in una comunità di disabili. Quindi è stata trasferita in un’altra comunità per disabili, sempre a Roma, per circa 3 anni.
Poi l’approdo in Piemonte: dapprima ad Alba, in una comunità per disabili, dove ha lavorato per 7 anni. Negli ultimi 8 anni era invece in servizio a Biella, sempre in Casa Cottolenghina, e con i disabili.
Ora è stata inserita presso l’Ospedale di Carità di Sanfront, implementando in tal modo la piccola comunità formata dalle altre due Suore del Cottolengo: Suor Maria Grazia e Suor Eugenia.
Suor Maria Grazia ha funzioni di Infermiera professionale nei Nuclei RSA, RA, RAA e le altre due religiose hanno il ruolo di supporto all'attività di animazione religiosa e alla catechesi dell'anziano e collaboreranno con tutti gli altri operatori dei servizi, sia volontari che dipendenti.
La comunità delle Suore del Cottolengo di Sanfront è una dipendenza della comunità del Cottolengo di Barge e le tre religiose dipendono perció dalla Superiora di Barge, Suor Adele Terragno.
«Ringraziamo ancora di cuore la Piccola Casa della Divina Provvidenza di Torino per aver tenuto in considerazione la realtà dell’Ospedale di Carità di Sanfront. Il personale religioso presso la nostra struttura svolge un servizio fondamentale e preziosissimo e la presenza della Suore è una ricchezza non soltanto per la Casa di riposo, per l’intera comunità sanfrontese» aggiungono i vertici dell’Ospedale di Carità di Sanfront.
Anche il parroco don Biagio Chiapello, durante la Messa di domenica, ha rivolto un caloroso e cristiano benvenuto a Suor Antonella, la cui presenza nella comunità è una grazia di Dio.
Felicitazioni per l’arrivo di una nuova Suora presso l’Ospedale di Carità e gli auguri della comunità civile di Sanfront giungono a Suor Antonella anche da parte del sindaco Roberto Moine.


© 2014 Comune di SANFRONT - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune. - CMS Città in Comune by LEONARDO WEB - MANTA (CN)

COMUNE DI SANFRONT
Piazza Statuto, 2 - 12030 (CN)
Tel. 0175.948119
Fax 0175.948867
Email: Invia una email ...
Posta Elettronica Certificata: Email Certificata P.E.C : Invia una email certificata ...
Codice ISTAT: 004209
Codice catastale: H852
Codice fiscale:
85002210046
Partita IVA:
00564590040
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 18 M 06295 46770 T20990010046
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento