Domenica 20 Agosto 2017
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Diminuisci dimensioni caratteri Dimensioni caratteri standard Aumenta dimensioni caratteri Alto contrasto   
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico

Notizie
La Giunta Comunale ha approvato, in linea tecnica, il progetto preliminare relativo all’esecuzione dei lavori di completamento ed eliminazione delle barriere architettoniche dell’edificio (di proprietà comunale) denominato ex asilo, adibito a centro sociale ed ubicato in Via Trieste n° 23.
Il progetto è stato redatto dall’arch. Nasi Fabrizio Giacomo, dello Studio Tecnico Nasi- Caruso di Costigliole Saluzzo ed ammonta a 225.000 euro. Di questa somma, 168.000 euro sono previsti per lavori a base d’asta.
Del completamento della ristrutturazione dell’ex asilo infantile si parla da anni, ma oggi più ancora che in passato il problema principale è il reperimento dei fondi necessari. A tale scopo il Comune intende finanziare l’intervento mediante contributo di un istituto bancario, a cui è già stata prodotta relativa istanza.
Intanto il 30 gennaio scorso la Soprintendenza per i Beni Ambientali di Torino ha autorizzato l’esecuzione delle opere come descritte negli elaborati progettuali del progetto preliminare, già sottoposto all’esame del Soprintendente per consentire la successiva richiesta di finanziamento presso la Compagnia San Paolo di Torino.
Sommariamente le opere che si andrebbero a realizzare consistono nella realizzazione di un nuovo ascensore esterno per l’eliminazione delle barriere architettoniche sui tre piani dell’edificio storico (già sede di Ospedale prima e poi di Pretura). Inoltre si intenderebbe completare l’ultimo piano del fabbricato, dove l’Amministrazione Comunale ha in mente di realizzare la nuova Sala Consiliare, che consentirebbe di liberare l’attuale Sala al piano terreno del municipio, per trasferirvi alcuni uffici, risolvendo in tal modo, in parte, anche il problema delle barriere architettoniche nel palazzo comunale.
Tale sala potrà in futuro anche essere utilizzata per incontri, conferenze, dibattiti, corsi ed ogni altra attività culturale che si intenda esercitare a livello comunale e zonale.
Con queste opere l’ex asilo, ora vero e proprio centro sociale, sarà definitivamente completato, ponendo il suggello ad una serie di interventi iniziati negli anni ’90, che hanno portato il complesso ad essere un vero centro di aggregazione e di riferimento per tutti i gruppi, associazioni, biblioteca ecc. operanti nel territorio comunale.
Come detto prima, il periodo non è facile e le risorse per i Comuni sono sempre di meno. Per di più, da quest’anno, anche i piccoli centri con meno di 5.000 abitanti sono soggetti al vincolo del patto di stabilità, che obbliga i Comuni a spendere molto di meno rispetto al passato in opere pubbliche.
Resta comunque imprescindibile, come evidenziato più volte da tutti i consiglieri comunali, la necessità di completare i lavori sull’ex asilo, che diventerà in tal modo davvero un importante punto di riferimento per la vita sociale e civile di Sanfront.


© 2014 Comune di SANFRONT - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune. - CMS Città in Comune by LEONARDO WEB - MANTA (CN)

COMUNE DI SANFRONT
Piazza Statuto, 2 - 12030 (CN)
Tel. 0175.948119
Fax 0175.948867
Email: Invia una email ...
Posta Elettronica Certificata: Email Certificata P.E.C : Invia una email certificata ...
Codice ISTAT: 004209
Codice catastale: H852
Codice fiscale:
85002210046
Partita IVA:
00564590040
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 18 M 06295 46770 T20990010046
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento