Sabato 19 Agosto 2017
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Diminuisci dimensioni caratteri Dimensioni caratteri standard Aumenta dimensioni caratteri Alto contrasto   
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico

Notizie
L’Istituto Comprensivo di Paesana viene soppresso e confluisce nell’Istituto Comprensivo di Sanfront, che viene denominato Istituto Comprensivo "Paesana-Sanfront", ma la cui sede sarà a Sanfront.
Lo ha deciso la Giunta della Provincia di Cuneo il 6 dicembre, approvando il Piano provinciale di riorganizzazione della rete scolastica per l’anno scolastico 2012-2013. Il tutto verrà recepito dalla Regione Piemonte entro il 31 dicembre 2011.
Tale Piano doveva dare corso alle disposizioni sul dimensionamento scolastico, che prevedono la creazione di Istituti Comprensivi con non meno di 1.000 alunni (500 in deroga per le zone montane), da attuare nei prossimi tre anni. Siccome né l’Istituto Comprensivo di Sanfront, né quello di Paesana avevano i numeri per conservare le rispettive autonomie (circa 340 alunni ciascuno), si è ipotizzato un accorpamento che, nelle intenzioni, si sarebbe potuto allargare anche all’Istituto Comprensivo di Revello (poco meno di 700 alunni), ma poi non se n’è fatto nulla.
Nonostante i ripetuti incontri delle Amministrazioni comunali di Sanfront e Paesana, non è stato raggiunto un accordo, tanto che entrambi i Comuni hanno approvato una proposta di accorpamento nella quale rivendicavano le proprie peculiarità e prerogative, chiedendo che la sede venisse individuata presso il proprio Istituto. La decisione è quindi passata alla Provincia di Cuneo, che ha optato per Sanfront quale sede del nuovo Istituto Comprensivo. "Omogeneità territoriale" è stata la motivazione addotta dalla Provincia per tale scelta.
«Sono molto soddisfatto, non perché abbiamo strappato la sede dell’Istituto Comprensivo a Paesana, ma perché ci sembra questa la soluzione più scontata, vista la posizione baricentrica di Sanfront rispetto al bacino di riferimento degli alunni della media Valle Po. Credo che la Provincia di Cuneo abbia deciso per Sanfront tenendo conto anche del fatto che, dal prossimo anno scolastico, il numero di alunni dell’Istituto Comprensivo aumenterà di circa 70 unità con la statalizzazione della Scuola dell’Infanzia. Ringrazio di cuore l’Assessore Provinciale all’istruzione, Licia Viscusi e tutta la Giunta Provinciale per la sensibilità e l’attenzione riservata alle nostre istanze» ha commentato il sindaco di Sanfront, Roberto Moine.
La Dirigente scolastica dott.ssa Leda Zocchi è da alcuni anni titolare dell’Istituto Comprensivo di Paesana e reggente dell’Istituto Comprensivo di Sanfront. Conosce dunque bene entrambe le realtà che dal prossimo anno verranno accorpate.
«Il territorio è abbastanza omogeneo, molte attività già venivano svolte in rete, dunque sarà più facile unire i due Istituti dal punto di vista didattico. La sede doveva essere una e la scelta è ricaduta su Sanfront. Cercheremo di mantenere due punti di erogazione del servizio a beneficio delle famiglie e dei docenti, limitando così al massimo eventuali disagi. Per quanto riguarda l’organizzazione pratica molto dipenderà dal personale che avremo a disposizione, che potrebbe variare nel caso la Scuola dell’infanzia di Sanfront dovesse essere effettivamente statalizzata» spiega la dott.ssa Leda Zocchi.
E proprio a riguardo dell’eventuale statalizzazione dell’Asilo Infantile "Guido Roccavilla" di Sanfront, occorre aggiungere che la Provincia di Cuneo, nella stessa delibera del 6 dicembre scorso ha anche proposto l’attivazione di un punto di erogazione di servizio di Scuola dell’infanzia statale presso il Comune di Sanfront, a partire dall’anno scolastico 2012-2013.


© 2014 Comune di SANFRONT - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune. - CMS Città in Comune by LEONARDO WEB - MANTA (CN)

COMUNE DI SANFRONT
Piazza Statuto, 2 - 12030 (CN)
Tel. 0175.948119
Fax 0175.948867
Email: Invia una email ...
Posta Elettronica Certificata: Email Certificata P.E.C : Invia una email certificata ...
Codice ISTAT: 004209
Codice catastale: H852
Codice fiscale:
85002210046
Partita IVA:
00564590040
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 18 M 06295 46770 T20990010046
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento