Martedì 12 Dicembre 2017
Torna alla Home Page Stampa la pagina Contatta il Comune Accedi all'area riservata Accedi alle statistiche di accesso al sito Diminuisci dimensioni caratteri Dimensioni caratteri standard Aumenta dimensioni caratteri Alto contrasto   
Pubblicazioni Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Elenco Siti tematici Privacy Ufficio Relazioni con il Pubblico

Notizie

Giovedì 2 giugno, dalle ore 14,30 alle 18,30, in occasione della Festa della Repubblica, riapre al pubblico per la stagione estiva Balma Boves, la caratteristica borgatamuseo sulle pendici del Monte Bracco.


Nel mese di giugno il sito rimarrà aperto tutte le domeniche dalle ore 10 alle 18,30. L’ingresso costa 3 euro intero, 2 ridotto.


Per maggiori informazioni è possibile telefonare alla Segreteria del Sistema Territoriale Artea (0171-618260) o al numero verde della Regione Piemonte (800-329329), scrivere a silvia.agnello@marcovaldo.it o visitare il sito www.marcovaldo.it


«Si è ormai giunti al sesto anno di attività e l’interesse nei confronti del sito da parte del pubblico regionale e andato via via crescendo- spiega Silvia Agnello -. Il raggio di provenienza dei visitatori è andato man mano allargandosi: il bacino prevalente rimane quello delle province di Cuneo e di Torino, ma sono sempre più numerosi gli arrivi dal resto del Piemonte, dalle regioni limitrofe e anche dall’estero. Cosa affascina di più a Balma Boves?


C’è chi dice la pace e l’isolamento, chi il valore culturale e paesaggistico, chi l’architettura, ma in realtà tutto nasce dalla perfetta armonia e simbiosi tra l’ambiente costruito e la natura circostante.


Una visita che permette di lasciarsi alle spalle la frenesia della vita quotidiana e prepararsi alla scoperta della cultura e dei saperi dei contadini che qui hanno vissuto fino a mezzo secolo fa».


Balma Boves è una straordinaria testimonianza di vita contadina, conservatasi intatta grazie alla felice collocazione sotto ampie rocce aggettanti, le "balme" o "barme" che hanno riparato le case da pioggia e neve.


Balma Boves è un microcosmo composto da pollai, abitazioni, stalle, tinaie, essiccatoi, locali per la conservazione dei formaggi. . . il tutto ottenuto adattando al meglio l’insediamento alla conformazione naturale dell’ambiente, sfruttando anche i più piccoli anfratti della roccia e ricavando terrazzamenti coltivabili lungo i pendii del monte.


Gli edifici sono coperti con tetti piani dove la roccia li protegge dalle intemperie, o parzialmente coperti a "lose" per la parte ove le gocce, anche solo scorrendo lungo la parete, possono raggiungerli. Il tetto piano è utilizzato come fienile.


Abitate fino agli anni Sessanta, le case e i cortili nei decenni successivi sono stati utilizzati come deposito di materiali di vario genere, ma nessun intervento invasivo è andato a intaccare la natura del luogo, che risulta un esempio unico di architettura rurale e testimonianza di vita contadina.


Ricordiamo che Balma Boves si trova sul Monte Bracco, tra le frazioni Robella e Rocchetta ed è raggiungibile solo a piedi, con una passeggiata di mezz’ora dalla frazione Rocchetta.


fonte: Corriere di Saluzzo



© 2014 Comune di SANFRONT - Tutti i diritti riservati - I contenuti del sito sono di proprietà del Comune. - CMS Città in Comune by LEONARDO WEB - MANTA (CN)

COMUNE DI SANFRONT
Piazza Statuto, 2 - 12030 (CN)
Tel. 0175.948119
Fax 0175.948867
Email: Invia una email ...
Posta Elettronica Certificata: Email Certificata P.E.C : Invia una email certificata ...
Codice ISTAT: 004209
Codice catastale: H852
Codice fiscale:
85002210046
Partita IVA:
00564590040
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 18 M 06295 46770 T20990010046
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso
Approfondisci Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento