Ammonta a 15.525 euro la somma stanziata dalla Regione Piemonte, settore sismico, a favore del Comune di Sanfront, in attuazione di un&rs" />
stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Sanfront
Stai navigando in : Le News
Contributo regionale per prevenzione rischio sismico

Ammonta a 15.525 euro la somma stanziata dalla Regione Piemonte, settore sismico, a favore del Comune di Sanfront, in attuazione di un’ordinanza ministeriale, per l’effettuazione di uno studio di microzonazione sismica (MS) e per l’analisi della Condizione Limite per l’Emergenza (CLE). 

Tra le provincie di Cuneo e di Torino hanno beneficiato di tale finanziamento solo 12 amministrazioni che ne hanno fatto apposita richiesta. La cifra stanziata per il Comune di Sanfront è ripartita in 12.525 euro per l’MS e 3.000 euro per il CLE) e consentirà al Comune stesso di dotarsi di due strumenti importanti da allegare al Piano Regolatore (MS) ed al Piano di Protezione civile (CLE). 

«In pratica la microzonazione sismica consiste in uno studio approfondito che dovrebbe permettere una migliore prevenzione del rischio sismico sul territorio comunale grazie ad un fondo appositamente costituito nel 2009 a seguito del terremoto dell’Aquila (legge 77/09). Il Comune dispone già di uno studio geologico allegato al Piano Regolatore il quale, tuttavia, non ha un grado di approfondimento adeguato in relazione al suddetto rischio. Grazie all’opportunità fornita dalla Regione Piemonte tale studio sarà pertanto aggiornato aumentando le conoscenze nell’ambito sismico a vantaggio di una migliore prevenzione. Il CLE riguarda invece il Piano di Protezione Civile ed i riferimenti normativi ed applicativi sono rappresentati dagli allegati ad un decreto del capo del Dipartimento di Protezione Civile dell’aprile 2012. In concreto trattasi di uno studio organizzativo "post sismico" che consentirebbe, nel caso si verifichi un forte evento che conduca all’interruzione della quali totalità delle funzioni urbane presenti, compresa la residenza, di mantenere nel contesto urbano stesso l’operatività della maggior parte delle funzioni strategiche per l’emergenza e la connessione con il resto del territorio. In altre parole se un terremoto radesse al suolo una parte o tutto il paese, con l’organizzazione prevista dal CLE è possibile garantire tutte le funzioni necessarie (luce, gas, acqua, collegamenti) affinchè lo stesso ambito danneggiato possa continuare ad essere operativo» spiegano dall’Ufficio Tecnico Comunale. 

La questione è stata seguita in prima persona dal consigliere comunale, geologo Francesco Lombardo.

«Lo studio di MS serve per individuare e caratterizzare sull'intero territorio comunale le zone stabili, le zone stabili suscettibili di amplificazione locale e le zone soggette ad instabilità, ad esempio frane, rotture della superficie per faglie e liquefazioni dinamiche del terreno. L’obiettivo di tale studio è quello di razionalizzare la conoscenza sulle alterazioni che lo scuotimento sismico puó subire in superficie, restituendo informazioni utili per il governo del territorio, per la progettazione, per la pianificazione per l’emergenza e per la ricostruzione post sisma.

Lo studio di MS era già stato in parte effettuato; alla luce dei fatti sarà possibile completarlo ed aggiornarlo secondo quanto previsto dalla normativa vigente e l'importo sarà interamente finanziato dalla Regione Piemonte, settore sismico. 

La scelta di aver fatto slittare di qualche mese la variante strutturale al Piano Regolatore ha dunque avuto un effetto positivo in quanto il Comune di Sanfront potrà ora implementare lo studio di microzonazione sismica del territorio comunale» aggiunge il dott. Francesco Lombardo.

Intanto la Giunta Comunale ha provveduto ad impartire opportuna direttiva ai responsabili del servizio per l’affidamento dei relativi incarichi: gli studi di microzonazione sismica (MS) sono stati affidati al geol. Luca Bertino di Mondovì per il prezzo complessivo di 12.525 euro; quello dell’analisi della Condizione Limite d’Emergenza (CLE) all’ing. Samuele Rancurello di Sanfront per il prezzo complessivo di 3.000 euro.

   Le news
Comune di Sanfront - Piazza Statuto, 2 - 12030 Sanfront (CN)
  Tel: 0175.948119   Fax: 0175.948867
  Codice Fiscale: 85002210046   Partita IVA: 00564590040
  P.E.C.: comune.sanfront@pec.it   Email: info@comune.sanfront.cn.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.